Cos’è il Forex?

Forex Trading – il mercato dei cambi o mercato valutario o Forex è il mercato dove una valuta viene scambiata per un’altra. È uno dei più grandi mercati del mondo.

Alcuni dei partecipanti forex trader a questo mercato stanno semplicemente cercando di scambiare una valuta estera con la propria, come le multinazionali che devono pagare salari e altre spese in nazioni diverse da quelle in cui vendono i prodotti. Tuttavia, gran parte del mercato forex è costituito da commercianti di valuta, che speculano sui movimenti dei tassi di cambio, proprio come altri speculerebbero sui movimenti dei prezzi delle azioni. I forex trader cercano di sfruttare anche le piccole fluttuazioni dei tassi di cambio.

Nel mercato forex dei cambi ci sono poche o nessuna “informazione interna”. Le fluttuazioni dei tassi di cambio sono solitamente causate dai flussi monetari effettivi e dalle anticipazioni sulle condizioni macroeconomiche globali. Le notizie significative vengono pubblicate pubblicamente, quindi, almeno in teoria, tutti nel mondo ricevono le stesse notizie nello stesso momento.

A differenza dei mercati azionari e dei futures, il mercato valutario è in effetti un mercato interbancario, ‘over-the-counter’ (OTC), il che significa che non esiste un’unica borsa universale per una specifica coppia di valute. Il mercato forex dei cambi opera 24 ore al giorno per tutta la settimana tra individui con broker Forex, broker con banche e banche con banche. Se la sessione europea è terminata, inizierà la sessione asiatica o quella statunitense, in modo che tutte le valute mondiali possano essere continuamente in commercio. I trader forex possono reagire alle notizie quando queste si interrompono, piuttosto che aspettare che il mercato si apra, come avviene per la maggior parte degli altri mercati.

Secondo il rapporto triennale della BRI, nell’aprile 2019 il volume medio giornaliero degli scambi internazionali di valuta estera è stato di 6,6 trilioni di dollari USA.

Come in ogni mercato c’è uno spread denaro/lettera (differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita). Sui principali cross valutari, la differenza tra il prezzo al quale un market maker venderà (“chiedere”, o “offrire”) a un cliente all’ingrosso e il prezzo al quale lo stesso market maker acquisterà (“offerta”) dallo stesso cliente all’ingrosso è minima, di solito solo 1 o 2 pips. Nel prezzo EUR/USD di 1,4238 un pip sarebbe l'”8″ alla fine. Quindi la quotazione denaro/lettera di EUR/USD potrebbe essere di 1,4238/1,4239.

Questo, naturalmente, non si applica forex trader al dettaglio. La maggior parte dei singoli speculatori valutari effettuerà il trading forex utilizzando un broker forex che in genere avrà uno spread di 3-20 pips. Il broker forex darà ai propri clienti un margine spesso enorme, facilitando così i clienti che spendono più soldi per lo spread bid/ask. I broker forexnon sono regolamentati dagli Stati Uniti. Securities and Exchange Commission , quindi non sono vincolati dagli stessi limiti di margine delle agenzie di intermediazione azionaria. Di solito non addebitano interessi sul margine, tuttavia, poiché le transazioni trading forex in valuta devono essere regolate in 2 giorni, si “reimposteranno”. posizioni aperte.

I singoli speculatori di valuta possono lavorare durante il giorno e fare trading forex la sera, approfittando della sessione di trading forex di 24 ore del mercato valutario.